LISTA STUDIO srl
Borgo Belvigo 33
36016 Thiene Vi - ITALY
tel/fax 0445,382056
cell. 335,7572454 - E-Mail


distributore esclusivo per l'Italia
del Working Model della MSC Working Knowledge
il primo software di prototipazione virtuale
For home page click here








    Note tecniche
    sul Working Model 2D

    Questa sezione fornisce documentazione tecnica dettagliata su alcune funzioni del Working Model e completa quanto già indicato nei manuali utente.





    Come si comporta una trave soggetta a varie condizioni dinamiche di carico?
    Come si modifica nel tempo il suo diagramma di taglio e momento flettente?

    Lo script in Visual Basic "Shear and Bending Moment Tool" fornito con il pacchetto standard consente di determinare il diagramma di taglio e momento flettente nel transitorio. Ulteriori dettagli nel documento MS Word compresso con WinZip qui prelevabile (66Kb). Questo script è disponibile presso la Lista Studio come accessorio anche per Working Model 2D v.3.0.





    Come si deforma a flessione una trave in seguito a carichi ed urti?

    Lo script in Visual Basic "Flexbeam" fornito con il pacchetto standard consente di visualizzare il comportamento a flessione di una trave nel tempo. Ulteriori dettagli nel documento MS Word compresso con WinZip qui prelevabile (105Kb). Questo script è disponibile presso la Lista Studio come accessorio anche per Working Model 2D v.3.0.





    Come si possono modellare direttamente i perni con attrito?

    Lo script in Visual Basic "Pin Friction" fornito con il pacchetto standard consente di creare con un solo click del mouse perni con attrito. Ulteriori dettagli nel documento MS Word compresso con WinZip qui prelevabile (54Kb).





    Come mai ottengo picchi e discontinuitą nelle misure?

    Talvolta ci vengono presentati modelli in cui la coppia e l'accelerazione hanno comportamenti apparentemente strani (in particolare la coppia mostra picchi che vanno ad infinito).
    È necessario ricordare che tutti i programmi di simulazione riproducono realtà ideali ed è quindi necessario approntare il modello in modo che siano considerate tutte le grandezze più importanti.
    Così se applico un momento ad un corpo, questo all'interno della simulazione raggiungerà una velocità infinita, mentre in condizioni reali non avviene a causa dell'attrito.
    Quindi nella mia simulazione devo applicare anche la coppia resistente se voglio ottenere risultati credibili.
    Questo discorso può sembrare banale ma in realtà i problemi di picchi di accelerazioni e coppie nelle prime simulazioni sono proprio di questo tipo.
    È tipico ad esempio che si voglia applicare una velocità a trapezio ad un corpo e non si riesca ad ottenere poi la misura con continuità dell'accelerazione conseguente.
    Per una comprensione di questi problemi e la loro soluzione cliccare nel link seguente.




    Lista Studio srl®
    URL : http://www.workingmodel.it
    riproduzione consentita a patto di citare la fonte